Disturbi intestinali e vacanze estive: come organizzarsi e cosa mettere in valigia

Ogni anno la stessa storia, vuoi staccare la spina e rilassarti in qualche località turistica, ma i problemi intestinali ti mettono agitazione e il viaggio diventa un incubo, ho ragione?

Quando si soffre di colon irritabile preparare le valigie all’ultimo minuto e partire all’avventura non è sempre possibile, anzi, spesso il viaggio è causa di ansia anticipatoria.
La preoccupazione di non trovare un bagno in caso di urgenza, di stare male lontano da casa e dalle proprie sicurezze, o ancora di non poter trovare cibo adeguato alle proprie esigenze, infatti, può compromettere la vacanza ancor prima di partire.
Se, inoltre, aggiungiamo che in estate spesso i sintomi di IBS si acutizzano a causa dell’eccessiva temperatura, si innesca un circolo vizioso che può portare alla rinuncia della vacanza.

In questo articolo ti spiego i piccoli accorgimenti che puoi attuare per vivere il viaggio più serenamente e cosa, per mia esperienza, non deve mancare nella valigia di un intestino irritabile.

Microbiota e temperature estive

Iniziamo col dire che, in estate, a causa delle elevate temperature, capita molto spesso di avere un peggioramento dei disturbi: aumentano il gonfiore addominale, la stitichezza o la diarrea, diminuisce la capacità digestiva e viene alterata la regolarità intestinale.

Il caldo, infatti, favorisce la proliferazione della flora batterica nemica dell’intestino, mentre la temperatura fresca montana alimenta la crescita dei batteri buoni.
Inoltre, in estate esponiamo l’intestino a numerosi sbalzi di temperatura a causa dell’aria condizionata e consumiamo bevande da frigo o con ghiaccio e alimenti tendenzialmente più freddi.

Come organizzarsi per una maggiore serenità

Sicuramente ci sono piccole strategie e accortezze che possiamo mettere in atto mentre decidiamo la meta o la compagnia del viaggio, che ci aiuteranno a rimanere mentalmente più sereni.
Ecco cosa consiglio:

  • Vacanza all’estero: prima di decidere la meta informati sul paese che vorresti visitare, devi tenere conto soprattutto di questi aspetti: cucina, tradizioni e igiene
  • Vacanza in Italia: chiedi sempre nell’hotel in cui alloggerai se la cucina può adattarsi alle tue (eventuali) intolleranze alimentari oppure scegli un appartamento con cucinino o un
  • Compagnia: scegli di viaggiare con qualcuno con il quale ti senti a tuo agio
  • Fissa obiettivi raggiungibili: parti con mete più vicine a ciò che ti fa stare sereno/a, ad esempio evita all’inizio posti in cui la cucina è molto speziata e potrebbe quasi sicuramente crearti disagio.
    Scegli mete in cui hai sempre un’alternativa e sai che potrai muoverti e mangiare anche tu liberamente.

Cosa non deve mancare nella tua valigia

Viaggiare è un’esperienza meravigliosa, alla quale nessuno dovrebbe rinunciare!
Purtroppo però, non è altrettanto bello viaggiare in compagnia e soffrire di meteorismo, avere una colica sull’aereo o avere la candida dopo pochi giorni di mare.
Negli anni ho imparato a fare una vera e propria cernita di cosa portare o no in vacanza con me e molto spesso queste cose mi sono state utili o necessarie, motivo per cui penso che sia un bene inserirle in valigia.

Ecco cosa mettere in valigia (secondo me) se soffri di un disturbo intestinale:

  • Medicinali di emergenza: è bene avere dietro le essenziali, magari non le userai, ma sapere di averle ti fa vivere più serenamente il viaggio.
  • Probiotici: in particolare il Saccaromyces Boulardi, utilissimo in caso di diarrea del viaggiatore
  • Enzimi digestivi naturali: in posti con cucina diversa dall’italiana, possono aiutarvi nella digestione dei pasti
  • Gel e crema vaginale con sostanze antibatteriche e lenitive: le donne possono soffrire spesso di candida al mare e il rischio è maggiore se si soffre anche di colon irritabile
  • Rimedi per la stitichezza: la stipsi è frequente durante i viaggi, consiglio di aumentare l’introito di fibre e acqua portare con sé semi di lino o del magnesio supremo

Questi sono i principali elementi che non dovrebbero mai mancare nella valigia del viaggiatore con problemi intestinali, ma ognuno può avere le sue necessità.

Porta con te tanta serenità e voglia di scoprire nuovi mondi, apriti al cambiamento e il tuo intestino ti seguirà!

Buon viaggio e buone vacanze!

Najla

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: